L’assessore Molly Chiusolo e la compatibilità con i suoi incarichi.

Verificare la INCOMPATIBILITA’ dell’assessore MOLLY CHIUSOLO anche per la delega all’URBANISTICA, non solo quella ai rapporti con ACER

Comunicato stampa del 9 novembre 2021

È cominciata bene la nuova consiliatura al Comune di Benevento con la segnalazione della possibile incompatibilità dell’assessore Chiusolo Maria Grazia, detta Molly, con la delega ai rapporti con ACER (ex IACP).

La questione è stata posta dalla consigliera Rosa De Stasio della lista “Prima Benevento” perché il padre dell’assessore, l’avv. Mario Chiusolo, ha in corso un contenzioso legale proprio con Acer per mancati pagamenti relativi ad incarichi professionali. Una delle citazioni a giudizio è firmata anche dall’avvocato Molly.

Altra Benevento ritiene però che si debba valutare anche la possibile incompatibilità dell’assessore Maria Grazia Chiusolo con la delega all’Urbanistica.
Infatti, l’avvocato Mario per molti anni si è occupato degli espropri dei terreni della zona Fontanelle per conto dello IACP e poi anche del Comune di Benevento, questione delicatissima che ha prodotto decine di milioni di debiti dell’Ente finiti nel dissesto.

La figlia Molly, come assessore all’Urbanistica dovrà occuparsi sicuramente di vicende complesse seguite per oltre trent’anni dal padre avvocato, ad esempio: la cessione dei terreni all’imprenditore che ha firmato una transazione con il Comune per rinunciare al credito di 11 milioni di euro; l’accertamento sui suoli espropriati per realizzare i 144 alloggi di via Saragat; la possibile transazione con il curatore fallimentare dell’ex CISEB a seguito di incarico che il Comune ha affidato proprio a Mario Chiusolo, tuttora in corso.

Gabriele Corona,
movimento “Altra Benevento è possibile”
.

Lascia un commento

Sede
Via G. Vitelli 90
82100 Benevento