Corruzione-Criminalità

Appello al Prefetto: palazzo Mosti non può essere il comitato elettorale di Sandra Mastella.

Nella sede del Comune di Benevento, il sindaco ha incontrato i rappresentanti di vari enti e società pubbliche per raccomandare sostegno elettorale alla consorte candidata alle Europee

Il Movimento “Altra Benevento è possibile” ha scritto al Prefetto per segnalare il grave episodio e per chiedere che siano “sanzionati adeguatamente tali inqualificabili comportamenti che minano ulteriormente la credibilità delle istituzioni democratiche”

Benevento, 12 aprile 2024  

Al dott. Carlo Torlontano – Prefetto di Benevento

Egregio Prefetto,

segnalo ed allego l’articolo pubblicato ieri, giovedì 11 aprile 2024, a pag. 4 de Il Sannio Quotidiano con il titolo “Noi di Centro rinserra la fila. Mastella ai suoi: l’elezione di Sandra non è impossibile.  Il sindaco fiducioso sul risultato della lista Stati Uniti d’Europa” relativo al un “summit” politico-elettorale per le prossime elezioni al Palamento Europeo, che pare si sia tenuto a palazzo Mosti, sede del Comune di Benevento.

Il giornalista scrive Manca un mese alla presentazione delle liste, ma Clemente Mastella è già in piena campagna elettorale per l’appuntamento dell’8 e 9 giugno: in pista, è arcinoto, c’è la consorte Sandra Lonardo. Che, a differenza del 2022 alle Politiche, per un seggio è in piena corsa. “E’ sicuramente contendibile”, ha assicurato il sindaco di Benevento che, dopo aver riunito assessori e consiglieri a margine del consiglio di lunedì, ha fatto altrettanto convocando i colonnelli (per la verità, c’era pure qualche caporale ndr.). Scontato l’obiettivo, invitarli alla mobilitazione, sollecitarne l’impegno, indurli a metabolizzare il convincimento che la discesa in campo di Sandra va interpretata come una battaglia di tutti, propria di ciascuno di loro, in quanto in ballo c’è il destino politico dell’intero pattuglione di persone che oggi si ritrovano sotto le insegne di Noi di centro”.

Dall’articolo si apprende che alla riunione erano presenti alcuni assessori e consiglieri comunali insieme a Carmine Agostinelli e Raffaele Del Vecchio che coordineranno le iniziative elettorali di “Noi di Centro” ed “Essere democratici”, movimenti da tempo politicamente associati, ma c’erano anche Nino Lombardi, presidente della Provincia; Giovanni Mastrocinque, presidente di ASEA, società della Provincia per la gestione della Diga di Campolattaro; Pompilio Forgione, Coordinatore del Consiglio di Distretto dell’Ente Idrico Campano; Domenico Russo, presidente della GE.SE.SA.; Domenico Vessichelli, presidente del Consorzio ASI; Domenico Mauro, amministratore delegato della SAMTE.

Siamo francamente basiti: diversi rappresentanti istituzioni e amministratori di società pubbliche hanno partecipato ad un incontro nella sede del Comune di Benevento ma non hanno discusso di temi che attengono alla loro funzione amministrativa (difesa del territorio, servizio idrico, sviluppo sostenibile, occupazione giovanile, valorizzazione dei beni culturali, ecc); hanno invece cominciato ad organizzare la campagna elettorale a favore della signora Sandra Lonardo in Mastella candidata al Parlamento Europeo per “Noi di Centro”.

Si tratta di un episodio molto grave e purtroppo non isolato e perciò chiediamo il suo autorevole intervento affinchè, verificata la attendibilità della notizia, possano essere sanzionati adeguatamente tali inqualificabili comportamenti che minano ulteriormente la credibilità delle istituzioni democratiche.

Grazie per l’attenzione.  

Gabriele Corona, coordinatore del movimento politico “Altra Benevento è possibile”

Nella foto di TV7, Clemente Mastella a palazzo Mosti con il Ministro degli Interni, Matteo Piantedosi

Vincenzo Iurillo, del Fatto Quotidiano, sottoposto a tutela della Polizia

Il caso del giornalista, molto conosciuto a Benevento, minacciato per aver raccontato il pestaggio subito da un attivista del WWF, sollecita una riflessione su vicende beneventane e la scorta ancora assegnata a Mastella

Post dell’8 febbraio 2024

Vincenzo Iurillo è un giornalista noto de Il Fatto Quotidiano che ha scritto molto di vicende beneventane.

A novembre scorso ha portato all’attenzione nazionale la Concorsopoli alla Provincia di Benevento, denunciata alla Procura della Repubblica da Altra Benevento.

Il 19 gennaio Iurillo avrebbe dovuto partecipare a Benevento a un un dibattito sulle vicende giudiziarie dei gestori idrici, Gori e Gesesa, ma la Provincia non ha concesso l’Auditorium del Museo del Sannio, caso più unico che raro.

Qualche giorno prima del previsto incontro a Benevento, Iurillo aveva raccontato a Le Iene di Italia 1, la storia di un ambientalista del WWF di Sorrento, aggredito ferocemente da un imprenditore edile del luogo per le denunce sulle costruzioni abusive.

Nonostante i noti precedenti penali dell’aggressore, collegato ad un clan camorristico napoletano, il parroco del luogo aveva consentito una parata di camion, con relativa benedizione, sul sagrato della chiesa, che il giornalista de Il Fatto Quotidiano ha raccontato sul suo giornale.

Per questi articoli e il servizio de Le Iene, Iurillo ha subito pesanti minacce dall’imprenditore che ora è agli arresti domiciliari.

Vincenzo, al quale esprimiamo solidarietà, sostegno e vicinanza, è sottoposto a tutela da parte della Polizia, senza scorta, ma continua a fare il suo lavoro, come l’ambientalista del WWF che ancora  denuncia abusi e gravi danni al territorio.

La storia è raccapricciante e fa riflettere, anche su alcune vicende beneventane, ad esempio il traffico dei rifiuti e la puzza a Ponte Valentino, di cui le associazioni ambientaliste locali non si vogliono occupare e che solo alcuni giornalisti hanno voluto in parte approfondire.

E a proposito di scorte, viene in mente quella concessa dal 2016 al sindaco Mastella e finora rinnovata per non si sa per quali gravi minacce.

All’ex Ministro della Giustizia, grazie alla scorta fissa di un poliziotto, è consentito l’utilizzo dell’auto del Comune con relativi consumi e autisti pagati dall’Ente, anche per viaggi personali, ma nessuno spiega ai cittadini contribuenti quali gravi minacce ha ricevuto, oltre alle lettere anonime di cui non si identificano mai gli autori, tanto da giustificare spese consistenti pagate con fondi pubblici.  

Gabriele Corona, movimento “Altra Benevento è possibile”

Mastella conferma di essere un politico “dalla lingua biforcuta”.

Anche per gli auguri di buon anno ha inviato un video pubblico sdolcinato ai suoi elettori e un messaggio riservato e velenoso a chi lo abbandona. Comunicato stampa del 31 dicembre 2023 Il sindaco di Benevento, Clemente Mastella non ha organizzato la Conferenza Stampa di fine anno per evitare le poche imbarazzanti domande dei giornalisti …

Leggi tutto

La corruzione è il vero cancro che opprime la comunità sannita

Otto clan malavitosi attivi nel Sannio ma non ci sono comuni sciolti per infiltrazioni mafiose e non risultano collusioni con amministratori e politici Comunicato stampa del 14 dicembre 2023 Il 12 dicembre l’associazione Libera, l’Azione Cattolica e il Comitato Don Peppe Diana hanno organizzato nella Parrocchia Addolorata del rione Libertà un interessante incontro con autorità, …

Leggi tutto

Scandalo concorsi, Pisano con € 7.700 avrebbe potuto rinunciare al posto fisso

IL PD attacca la Provincia, “Noi di Centro” attacca il segretario provinciale del PD con un messaggio cifrato I consiglieri provinciali del Partito Democratico del Sannio hanno definito “pagina indecorosa della politica locale che lede l’autorevolezza delle istituzioni e mina ancor più la credibilità di una certa classe dirigente” i concorsi scandalo della Provincia Il …

Leggi tutto

Concorsopoli a Benevento, Mastella su LA7 perde le staffe e insulta Altra Benevento

L’ex Ministro della Giustizia dichiara che la sua assessora “ha vinto il concorso alla Provincia perchè ha partecipato” e il TAR ha stravolto i risultati Comunicato stampa del 17 novembre 2023 I sei concorsi per dodici posti a tempo indeterminato alla Provincia di Benevento, vinti da 5 politici-amministratori, soprattutto mastelliani, sono diventati uno scandalo nazionale, …

Leggi tutto

Dopo il furto di 50 radiatori il Comune chiude la scuola Bosco Lucarelli con quattro fascette

Il vice coordinatore politico del sindaco Mastella, Alboino Greco assicura che stanno “combattendo per combattere l’illegalità” Comunicato stampa del 13 marzo 2023 Lo scorso 7 marzo siamo entrati indisturbati, dall’ingresso principale da tempo aperto, nell’edificioscolastico Bosco Lucarelli al rione Libertà chiuso per ordine del sindaco a gennaio 2019 ma poiabbandonato e devastato. Abbiamo documentato lo …

Leggi tutto

I reati contestati alla GESESA per l’inquinamento prodotto dai depuratori gestiti e la progettazione del nuovo impianto a Benevento.1^ parte

Gravi le ipotesi di reato a carico del laboratorio di analisi Tecno Bios per aver occultato la gravità della ecotossiticà con esami falsamente compilati     22 gennaio 2023 Domani 23 gennaio, il Giudice per l’Udienza Preliminare del Tribunale di Benevento dovrà decidere se rinviare a giudizio 30 persone e la società Gesesa, come richiesto dalla …

Leggi tutto

Siamo ancora nella ‘merda’ per la progettazione illecita del depuratore. Mastella deve spiegare

La Procura della Repubblica contesta i reati di ‘Falso in atto pubblico’ e ‘Turbativa di gara’ ad un ex amministratore e due tecnici della Gesesa Comunicato stampa del 27 luglio 2022 Il sindaco Clemente Mastella ha convocato per domani mattina (28 luglio) una conferenza stampa dal titolo: “Finalmente il depuratore”. Dal 2017 il primo cittadino …

Leggi tutto

Benevento “città tranquilla” non può resistere tra gestione clientelare e riciclaggio di denaro sporco

I familiari di Paolo Borsellino hanno disertato a Palermo le ipocrite celebrazioni ufficiali per la strage di trent’anni fa. Benevento fa sentire ai magistrati il fastidio per le indagini sulla corruzione Comunicato stampa del 19 luglio 2022 Trent’anni fa una bomba uccise a Palermo il magistrato Paolo Borsellino e la sua scorta. Tutti sapevano che …

Leggi tutto

Sede
Via G. Vitelli 90
82100 Benevento

Seguici su:

WhatsApp

Facebook