Nino Lombardi

Appello al Prefetto: palazzo Mosti non può essere il comitato elettorale di Sandra Mastella.

Nella sede del Comune di Benevento, il sindaco ha incontrato i rappresentanti di vari enti e società pubbliche per raccomandare sostegno elettorale alla consorte candidata alle Europee

Il Movimento “Altra Benevento è possibile” ha scritto al Prefetto per segnalare il grave episodio e per chiedere che siano “sanzionati adeguatamente tali inqualificabili comportamenti che minano ulteriormente la credibilità delle istituzioni democratiche”

Benevento, 12 aprile 2024  

Al dott. Carlo Torlontano – Prefetto di Benevento

Egregio Prefetto,

segnalo ed allego l’articolo pubblicato ieri, giovedì 11 aprile 2024, a pag. 4 de Il Sannio Quotidiano con il titolo “Noi di Centro rinserra la fila. Mastella ai suoi: l’elezione di Sandra non è impossibile.  Il sindaco fiducioso sul risultato della lista Stati Uniti d’Europa” relativo al un “summit” politico-elettorale per le prossime elezioni al Palamento Europeo, che pare si sia tenuto a palazzo Mosti, sede del Comune di Benevento.

Il giornalista scrive Manca un mese alla presentazione delle liste, ma Clemente Mastella è già in piena campagna elettorale per l’appuntamento dell’8 e 9 giugno: in pista, è arcinoto, c’è la consorte Sandra Lonardo. Che, a differenza del 2022 alle Politiche, per un seggio è in piena corsa. “E’ sicuramente contendibile”, ha assicurato il sindaco di Benevento che, dopo aver riunito assessori e consiglieri a margine del consiglio di lunedì, ha fatto altrettanto convocando i colonnelli (per la verità, c’era pure qualche caporale ndr.). Scontato l’obiettivo, invitarli alla mobilitazione, sollecitarne l’impegno, indurli a metabolizzare il convincimento che la discesa in campo di Sandra va interpretata come una battaglia di tutti, propria di ciascuno di loro, in quanto in ballo c’è il destino politico dell’intero pattuglione di persone che oggi si ritrovano sotto le insegne di Noi di centro”.

Dall’articolo si apprende che alla riunione erano presenti alcuni assessori e consiglieri comunali insieme a Carmine Agostinelli e Raffaele Del Vecchio che coordineranno le iniziative elettorali di “Noi di Centro” ed “Essere democratici”, movimenti da tempo politicamente associati, ma c’erano anche Nino Lombardi, presidente della Provincia; Giovanni Mastrocinque, presidente di ASEA, società della Provincia per la gestione della Diga di Campolattaro; Pompilio Forgione, Coordinatore del Consiglio di Distretto dell’Ente Idrico Campano; Domenico Russo, presidente della GE.SE.SA.; Domenico Vessichelli, presidente del Consorzio ASI; Domenico Mauro, amministratore delegato della SAMTE.

Siamo francamente basiti: diversi rappresentanti istituzioni e amministratori di società pubbliche hanno partecipato ad un incontro nella sede del Comune di Benevento ma non hanno discusso di temi che attengono alla loro funzione amministrativa (difesa del territorio, servizio idrico, sviluppo sostenibile, occupazione giovanile, valorizzazione dei beni culturali, ecc); hanno invece cominciato ad organizzare la campagna elettorale a favore della signora Sandra Lonardo in Mastella candidata al Parlamento Europeo per “Noi di Centro”.

Si tratta di un episodio molto grave e purtroppo non isolato e perciò chiediamo il suo autorevole intervento affinchè, verificata la attendibilità della notizia, possano essere sanzionati adeguatamente tali inqualificabili comportamenti che minano ulteriormente la credibilità delle istituzioni democratiche.

Grazie per l’attenzione.  

Gabriele Corona, coordinatore del movimento politico “Altra Benevento è possibile”

Nella foto di TV7, Clemente Mastella a palazzo Mosti con il Ministro degli Interni, Matteo Piantedosi

Due frane attive sulla Diga già accertate ma il Presidente della Provincia nega

Appaltati i lavori per una galleria sotto il movimento franoso descritto in due perizie ufficiali segnalate da tempo da Altra Benevento

Post del 8 marzo 2024

Il presidente della Provincia, Nino Lombardi, ha dichiarato ieri a Lab Tv che “attualmente non è stato ancora certificato un movimento franoso sulla Diga, saranno le indagini ad accertarlo”.

Si tratta di una affermazione che desta davvero molta meraviglia perché ci sono almeno due perizie effettuate dallo Studio Speri di Roma, incaricato dalla società Asea della Provincia di Benevento, che hanno già attestato il movimento franoso sulla sponda destra dell’invaso.

Infatti, nella relazione ala carte frane R19 redatta il 6 aprile 2022, a pag 40-41 si legge:  “Una nota particolare va riservata per quanto riguarda la frana in spalla destra dell’invaso la quale risulta essere oggetto di diversi interventi di consolidamento atti a mitigare il rischio di frana per l’invaso stesso al punto di essere ad oggi monitorata e costantemente soggetta a verifiche di stabilità. Come stato di attività, IFFI (Inventario Fenomeni Franosi Italia) riporta la frana come “stabilizzata antropicamente”. A seguito di valutazioni di carattere generale e poi scese su scala di dettaglio, quest’ultima risulterebbe invece attiva ad oggi, seppur con velocità molto basse, nonostante gli interventi di consolidamento accumulati negli anni.”

La relazione aggiornata l’8 maggio 2023 conferma la frana, catalogata con la sigla L1D01064, in lento movimento in direzione nord, proprio verso il punto in cui dovrebbe essere scavata la galleria di sette chilometri per portare l’acqua al potabilizzatore di Ponte.

Nella stessa relazione si precisa che anche la frana catalogata L1D01013 è attiva sull’invaso e si trova al di sopra del punto di allaccio della galleria.

Anche la perizia R17 dello Studio Speri, sul rischio sismico della sponda destra, conferma “Rispetto allo stato di attività, e alla luce degli interventi di consolidamento attuati negli anni, l’IFFI classifica la frana come “stabilizzata antropicamente”. In realtà stato attuale, la frana risulta “attiva”, seppur con velocità molto basse.”

La esistenza delle frane in sponda destra dell’invaso, descritte nelle Perizie dello Studio Speri, sono state più volte segnalate da Altra Benevento, anche alla Provincia, la Regione e al Ministero delle Infrastrutture ma sono stati comunque appaltati i lavori per realizzare la galleria che potrebbe accelerare il fenomeno.

La necessità di intervenire quanto prima per stabilizzare la frana sulla spalla della diga è stata di recente riconosciuta anche dal presidente di ASEA, Giovanni Mastrocinque (LaBTv del 19 febbraio) che però è stato smentito dal presidente della Provincia Lombardi.

Insomma prevale la volontà di iniziare i lavori senza rivedere il tracciato della galleria con il rischio concreto di blocco della perforazione in corso d’opera e quindi la mancata realizzazione del progetto di utilizzo dell’acqua dell’invaso finanziato dal PNRR.

Gabriele Corona, movimento “Altra Benevento è possibile”

 

Concorsopoli a Rete4, la Provincia riassume i “vincitori” bocciati dal TAR

L’ aministrazione Lombardi sbaglia l’attribuzione dei punteggi e assume senza attendere la decisione dei giudici amministrativi Comunicato stampa del 19 dicembre 2023 Ieri sera nella trasmissione televisiva Quarta Repubblica di Rete 4 è stato trasmesso il servizio di Francesco Fossa sui Concorsi della Provincia di Benevento che hanno già creato numerose polemiche perché vinti, tra …

Leggi tutto

Concorsopoli a Rete4, la riassunzione in Provincia dei “vincitori” bocciati dal TAR

L’ aministrazione Lombardi sbaglia l’attribuzione dei punteggi e assume senza attendere la decisione dei giudici amministrativi Comunicato stampa del 19 dicembre 2023 Ieri sera nella trasmissione televisiva Quarta Repubblica di Rete 4 è stato trasmesso il servizio di Francesco Fossa sui Concorsi della Provincia di Benevento che hanno già creato numerose polemiche perché vinti, tra …

Leggi tutto

Provincia, dopo lo scandalo dei concorsi, nuovo Dirigente “politico”?

Dirigente a tempo determinato, speriamo che il presidente Nino Lombardi non scelga uno di quei i politici, magari avvocato, tra “quelli di prima” Comunicato stampa del 21 novembre 2023 Il Fatto Quotidiano e “Altra Benevento è possibile” raccontano da più di una settimana, con diversi articoli, la storia scandalosa di sei concorsi della Provincia di …

Leggi tutto

Invaso di Campolattaro, poca acqua per l’agricoltura e a Benevento una schifezza non potabilizzabile

I sindaci dei comuni del Tammaro e le associazioni degli agricoltori, abbagliati dai 700 milioni per l’appalto, non hanno letto il progetto Comunicato stampa del 4 ottobre 2023 Domani ennesimo tour politico a Campolattaro per esaltare il progetto, da poco appaltato, per l’utilizzo dell’acqua raccolta nell’invaso che da diversi anni viene presentato come il più …

Leggi tutto

La frana sulla diga può creare una improvvisa onda di piena fino a Benevento

La perizia di “rivalutazione sismica” consegnata alla Provincia accerta che la frana attiva, può ostruire l’invaso di Campolattaro. Comunicato del 11 febbraio 2023 Tre studi tecnici incaricati dall’Amministrazione provinciale di Benevento hanno segnalato con una apposita perizia di “rivalutazione sismica”, che sulla sponda destra dell’invaso di Campolattaro è ancora attiva una frana che potrebbe determinare …

Leggi tutto

La gestione dell’acqua, tra società private e Diga, l’ultima spiaggia dei mastelliani

Il sindaco Mastella non commenta le notizie sulle cause dell’alluvione ma promette a tutti l’acqua insufficiente dell’invaso di Campolattaro. Comunicato del 8 febbraio 2023  Asea la società pubblica che gestisce l’invaso di Campolattaro (presidente il mastelliano Giovanni Mastrocinque) non risponde all’EIC (coordinatore del Distretto Sannita, il mastelliano Pompilio Forgione) che nel Piano d’Ambito ha scritto: …

Leggi tutto

Triplicato il deflusso di acqua dalla diga al Tammaro in secca dopo le proteste di Altra Benevento, ma ASEA tace

Il vice presidente della Provincia, Nino Lombardi, si attribuisce i meriti della maggiore fornitura ma non le responsabilità del disastro Comunicato stampa del 30 giugno 2022 Da sabato scorso, 25 giugno, è aumentato il deflusso dalla Diga di Campolattaro al fiume Tammaro che era rimasto quasi in secca, con conseguente moria di pesci e gravi …

Leggi tutto

Strage di Capaci, tutti invocano Legalità ma la corruzione politica imperversa e le indagini sono troppo lente.

Libera, gli studenti e i magistrati sottolineano che bisogna lottare contro la mafia e anche contro la corruzione ma gran parte della stampa locale presta più attenzione agli appelli retorici del sindaco e del vice presidente della Provincia Comunicato stampa del 24 maggio 2022 Ieri, 23 maggio, a trent’anni dalla barbara uccisione di Giovanni Falcone, …

Leggi tutto

Sede
Via G. Vitelli 90
82100 Benevento

Seguici su:

WhatsApp

Facebook