Trasparenza-Informazioni

Le tante stranezze del progetto Malies-Orsoline da € 14,4 milioni

La Commissione di gara di appalto ha attribuito punteggi clamorosamente diversi ai concorrenti per la qualità tecnica delle proposte

Post 12 aprile 2024

Si è conclusa dopo tre mesi la gara per l’aggiudicazione della progettazione esecutiva e la esecuzione dei lavori per la ristrutturazione del Malies, l’ex mercato dei commestibili, e l’attiguo stabile ex Orsoline di via Gaetano Rummo.

Tutta la lunga fase per stabilire la destinazione d’uso delle due aree e degli edifici è stata caratterizzata da molte stranezze, veramente non usuali.

Per il Malies era stato concesso dalla Regione nel 2018 un finanziamento di un milione di euro per la ristrutturazione che in breve tempo avrebbe dovuto consentire di “restituire il mercato alla città” come più volte annunciato dal sindaco Clemente Mastella e dall’assessore Mario Pasquariello.

Ma nonostante l’appalto assegnato ad una ditta casertana, il pagamento dell’acconto e la installazione del cantiere, quei lavori non sono stati mai realizzati.

Nello stabile ex Orsoline si sarebbe dovuto realizzare un Ostello a spese di una piccola società privata beneventana che aveva un capitale sociale di 40 mila euro (pignorati) ma prometteva di investire in città sei milioni di euro.

Anche quella proposta, accolta con soddisfazione dall’amministrazione Mastella nel 2016, servì per acquisire punti e finanziamenti ministeriali destinati al Piano Periferie, ma di Ostello ex Orsoline non si è più parlato.

Nel 2019 quello stabile fu assegnato dal Comune all’Università del Sannio che dopo aver speso un po’ di soldi per lavori rinunciò ad utilizzarlo.

Sono storie assurde, paradossali, inquietanti ed emblematiche delle stranezze che ruotano a Benevento intorno agli appalti per opere pubbliche, sulle quali torneremo.

L’ultimo progetto presentato nel 2021 dal Comune di Benevento riguarda di nuovo l’utilizzazione del Malies come mercato dei prodotti a km 0 e l’edificio ex Orsoline per incubatore d’imprese e residenze destinate soprattutto agli studenti universitari, finanziato con 14 milioni e 400.000 euro da tre ministeri.    

A dicembre 2023 è stata bandita la gara per la progettazione esecutiva e la esecuzione dei lavori che si è conclusa l’8 aprile con l’aggiudicazione alla ATI (Associazione Temporanea di Impresa) costituita CONPAT scarl e dalla I.CO.GE. srl.

Ambedue le società hanno sede a Roma ma al Consorzio CONPAT aderiscono alcune società beneventane tra le quali Costruzioni Generali Izzo, partecipata anche da Antonio Izzo, ex sindaco di Montesarchio.

La Commissione di gara, composta dall’arch. Antonio Iadicicco, dirigente LLPP, l’arch. Antonella Moretti, dirigente Urbanistica e l’ing. Giovanbattista Iorio, tecnico comunale, l’8 aprile con il verbale n.8, ha assegnato alla proposta CONPAT – I.CO.GE. 92,806 punti, un giudiuzio eccellente.

Il secondo classificato, l’ATI capeggiata da Barone Costruzioni, ha ottenuto solo 77,631 punti, poco meno il Consorzio Jonico, il Consorzio Stabile Medil e gli altri cinque concorrenti.

Ma in verità la partita per l’assegnazione dell’appalto si era già chiusa il 29 marzo quando la Commissione aveva assegnato a CONPAT – I.CO.GE. per la proposta tecnica presentata da un gruppo di tecnici non indicati nei verbali, 76,90 punti (il massimo consentito per 9 voci su 13). Invece il diretto concorrente, l’ATI di Barone Costruzioni aveva ricevuto solo 58,13 punti per la proposta presentata dal gruppo di tecnici capeggiati dal prof. Vincenzo Rosiello.

Chiaramente la ATI Barone non avrebbe potuto superare tale divario (quasi 19 punti) neppure con una offerta economica bassissima.  Infatti, il ribasso del 15,77 % rispetto al 7,65% offerto da Consat ha consentito all’ATI Barone di recuperare solo 4 punti.

Come mai una valutazione tanto diversa sulla qualità del progetto esecutivo che non si poteva discostare da quello preliminare posto a base di gara?

Dai verbali non si evince e quindi chiediamo al presidente della Commissione di gara, Antonio Iadicicco, di dare qualche spiegazione perché gli appalti sono materia delicata, come dimostrano anche le recenti notizie di cronaca giudiziaria in Italia, e quindi è necessaria la massima chiarezza.

Gabriele Corona, movimento “Altra Benevento è possibile”

Dirigente Urbanistica al Comune di Benevento, bando non conforme al regolamento

Dopo Concorsopoli alla Provincia, le carriere velocissime al Comune capoluogo e la selezione per dirigente con l’incarico fiduciario del sindaco Comunicato stampa del 21 dicembre 2023 Dopo lo scandalo Concorsopoli alla Provincia di Benevento, evidenziato dalla stampa nazionale perché quella locale si limita, in gran parte, a non approfondire per “non disturbare il manovratore”, arrivano …

Leggi tutto

Stupefacente censura della stampa locale anche sui Panettoni di lady Sandra

Gazzetta di Benevento taglia la conclusione di un comunicato, ne stravolge il senso ma non spiega cosa c’è da censurare 11 dicembre 2023 Al tempo di Mastella sindaco che cura particolarmente la propaganda e il rapporto con i giornalisti, gran parte delle testate locali non pubblica i comunicati di “Altra Benevento è possibile” come è …

Leggi tutto

I panettoni di lady Sandra non addolciscono più le amarezze di Mastella

Dopo il servizio delle IENE regolarizzata anche la TARI per i dolci nella villa di Ceppaloni ma a Benevento non si vendono Comunicato stampa del 9 dicembre 2023 La città aspetta Natale e in questa atmosfera particolare il sindaco Mastella, che dedica alla propaganda una attenzione maniacale, non perde occasione per legare il suo nome …

Leggi tutto

I privati realizzano ville e negozi in cambio di strade pubbliche che il Comune rischia di non acquisire

Il progetto coinvolge anche il padre di un consigliere comunale, il dirigente all’Urbanistica deve controllare la convenzione Comunicato stampa del 9 novembre 2023 L’amministrazione Mastella appena insediata, a giugno 2016, entrò subito “a gamba tesa” nel settore Urbanistica: trasferimenti punitivi (poi annullati dal giudice del lavoro); l’assessore sostituito dopo un mese; l’incarico di dirigente al …

Leggi tutto

“Ecosistema Urbano”, a Benevento la qualità ambientale peggiora ma Legambiente non se ne accorge

Mastella gode per la classifica sulle condizioni dell’ambiente ma gli indicatori sono sbagliati e nessuno ha verificato i dati trasmessi dal Comune di Benevento Comunicato stampa del 24 ottobre 2023 Nella classifica “Ecosistema urbano” di Legambiente e Sole 24 Ore, relativa alla qualità dell’ambiente nelle città italiane, Benevento che l’anno scorso era al 76° posto, …

Leggi tutto

Mastella non vuole il Parco Archeologico in Piazza Santa Maria nonostante il Decreto di grande interesse storico-archeologico

Il primo cittadino annuncia che recentemente non sono emersi reperti importanti, ma hanno scavato solo pochi metri quadrati nel cratere di una bomba del 1943 Comunicato stampa del 23 ottobre 2023 Il sindaco Clemente Mastella nel corso di una conversazione con i giornalisti, ha comunicato che recentemente gli archeologi non hanno trovato reperti interessanti in …

Leggi tutto

Il Consorzio ASI liquida 107.000 euro di compensi al direttivo ma non paga € 8.000 di Tassa Rifiuti

Il Presidente Luigi Barone sostiene che hanno gà pagato il debito TARI per 65.000 ma non è vero, è iscritto a Bilancio Comunicato stampa del 20 ottobre 2023 Come evidenziato da Pompeo Nuzzolo, esperto di finanza locale, il Consorzio dell’Area Sviluppo Industriale di Benevento non ha pagato la tassa rifiuti dal 2014 al 2002 per …

Leggi tutto

Il Consorzio Industriale non paga la Tassa Rifiuti dal 2014 ma paga agli amministratori compensi non dovuti

Intervista di Altra Benevento a Pompeo Nuzzolo, beneventano, ex segretario generale in diversi comuni ed esperto di finanza locale. Dottor Nuzzolo, da quando sono cominciate le proteste per le esalazioni puzzolenti dall’Area di Sviluppo Industriale di Ponte Valentino, stiamo tentando di capire come funzionano i servizi in zona e quali attività svolge il Consorzio costituito …

Leggi tutto

L’ipotesi di truffa contestata ad Annalisa Tomaciello, le società lombarde e il Comune di Benevento

Per quattro mesi del 2018 alla consigliera comunale, dipendente di due società di Sondrio, lo stipendio lo ha pagato, di fatto, il Comune di Benevento Comunicato stampa del 17 ottobre 2023 Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Sondrio ha disposto l’obbligo di dimora per Annalisa Tomaciello, beneventana, indagata dalla Procura della Repubblica …

Leggi tutto

Sede
Via G. Vitelli 90
82100 Benevento

Seguici su:

WhatsApp

Facebook